Pet Therapy Relazionale Integrata

Che cos'è

La Pet Therapy è una tecnica d'intervento terapeutico, all'interno della quale gli animali sono co-terapeuti nei percorsi di cura, rivestendo un ruolo di mediatore e catalizzatore delle emozioni.  L'animale non tollera passivamente l'evento relazionale, ma interagisce attivamente con la persona. 

I presupposti teorici sui quali si basa la Pet Therapy Relazionale Integrata provengono dalla psicologia analitica e si completano con l'integrazione di altre tipologie di terapia quali: la narrazione di fiabe, la fototerapia, l'arte terapia, la musicoterapia e la mediazione corporea.

La Pet Therapy Relazionale Integrata contribuisce al miglioramento del benessere e alla crescita personale dell'individuo, aprendo uno spazio di conoscenza e di approfondimento volto alla consapevolezza ed al miglioramento di alcune abilità.

Il terapeuta facilita l'interazione paziente-animale e rilegge lo scambio dandogli un significato. Al contempo, l'animale media e favorisce la relazione perché è colui che fa evolvere la relazione di cura, aprendo canali comunicativi che possono essere bloccati o che hanno bisogno semplicemente di essere stimolati.

 

Numerosi studi clinici hanno dimostrato che la Pet Therapy può apporatre diversi benefici:

  • la diminuzione della pressione arteriosa e il rallentamento del battito cardiaco attraverso il contatto;
  • l'incremento della motivazione;
  • l'accrescimento dell'autostima e il benessere psicologico;
  • l'integrazione nella società;
  • la stimolazione mentale;
  • una maggiore autonomia;
  • una moderazione dello stress;
  • l'accrescimento di una maggiore empatia e del senso di responsabilità.

Chiunque può essere coinvolto in un progetto di pet therapy, in quanto non ci sono limiti imposti dall'età, da difficoltà comportamentali o malattie. Coloro a cui la pet therapy può arrecare dei benefici, in affiancamento ad altre forme di terapia, sono:

  • bambini e adolescenti;
  • persone con difficoltà relazionali;
  • persone dipendenti da sostanze stupefacenti, alcool,  internet;
  • persone con disabilità fisiche e/o cognitive;
  • persone con difficoltà linguistiche;
  • persone affette da disturbi psichiatrici;
  • persone che hanno subito deprivazioni sensoriali e vittime di abusi;
  • malati terminali;
  • anziani.

Per ulteriori informazioni sulla Pet Therapy Relazionale integrata clicca qui.